Perché usare un ancorante chimico specifico per l’inverno? Scopri tutti i vantaggi del Wit-Nordic, ora certificato ETA!

L’ancorante chimico invernale Wit-Nordic ha due certificazioni ETA: sono solo due dei validi motivi per usare questo prodotto, specificatamente studiato per i mesi più freddi. Ecco alcuni nostri consigli e suggerimenti.

Ancoraggio chimico per il freddo: prova il WIT-NORDIC!

Professioni e mestieri possono cambiare notevolmente nel corso del tempo. Solo fino a qualche decennio fa i cantieri del settore edilizio (e non solo) sospendevano pressoché tutte le loro attività durante i mesi invernali. Le basse temperature e le condizioni rigide costringevano gli operatori a una sorta di “pausa forzata”.

Oggi, al invece, non è più così. Spesso i progettisti non tengono conto della variabile climatica nella realizzazione di un’opera. E per le imprese è impossibile fermare i lavori con l’arrivo del freddo, poiché altrimenti di non rispettare scadenze o obblighi di altra natura. Si continua a lavorare anche a dicembre, gennaio, febbraio, marzo…

Abbigliamento da lavoro invernale

È meglio, quindi, avere con sé non solo l’abbigliamento adatto, ma anche attrezzi e prodotti più specifici di quelli che erano usati in passato. All’ancorante chimico tradizionale, per esempio, sostituisci un ancorante chimico invernale, come il Wit-Nordic di Würth.

Ancorante chimico per calcestruzzo e muratura invernale. Ora anche certificato ETA

ancorante chimico quale scegliere ETA
Cod. art. 0903450104

L’ancorante chimico invernale Wit-Nordic è una resina vinilestere bi-componente, senza stirene e per ancoraggi fino a -20° C. È adatto per essere usato su calcestruzzo fessurato e non fessurato, anche di carichi sismici, e su muratura piena o forata. Inoltre, ha ricevuto una certificazione ETA sia per il calcestruzzo sia per la muratura. È vero che il Wit-Nordic può essere usato anche per ancoraggi su pietre naturali, ma in questo specifico caso è privo di certificazione ETA e, se le pietre sono chiare, è meglio usare il WIT-EA 150 per non rischiare di lasciare spiacevoli aloni sul materiale.

Per quanto riguarda le barre filettate:

  • se in acciaio zincato bianco 4.6, 5.8 o 8.8 possono essere impiegate in ambienti interni asciutti;
  • se in acciaio inox A4 possono essere impiegate anche in ambienti umidi e all’esterno;
  • se in acciaio inox HCR possono essere impiegate anche in condizioni particolarmente aggressive;
  • in muratura forata, ti consigliamo di eseguire il foro a sola rotazione (per salvaguardare le camere interne dei mattoni) e usarle con bussole a rete.

Questo prodotto è molto versatile e idoneo per quasi tutti i supporti che si trovano in cantiere. Grazie alle sue caratteristiche, è possibile usarlo per il fissaggio di costruzioni metalliche, travi e pilastri metallici, mensole, ringhiere, recinzioni, finestre, lavabi, termosifoni, tende da sole, mobili pensili, inferriate e altro ancora.

Ancorante chimico: tempi di lavorazione e di indurimento per la “versione invernale”

Per una corretta applicazione dell’ancorante chimico, ti ricordiamo che la temperatura che devi prendere in considerazione non è quella dell’ambiente in cui lavori, ma quella sul fondo del foro. Si tratta di una distinzione molto importante, perché tendenzialmente la prima è superiore alla seconda. E quindi non costituisce un valore su cui fare riferimento.

Inoltre, tieni sempre a mente che la temperatura minima in cui la cartuccia funziona correttamente è di -20° C. Il prodotto deve essere stoccato in un luogo fresco e asciutto a temperature comprese tra -20° C e +20° C.

Qualche consiglio per estrudere correttamente l’ancorante chimico invernale Wit-Nordic

Ogni cartuccia di Wit-Nordic viene fornita con un miscelatore statico. Dovrebbe essere usata con una pistola idonea e sempre con il miscelatore statico indicato da Würth.

La pulizia delle cartucce parzialmente usate va fatta prestando molta attenzione a un elemento in particolare: i due componenti devono rimanere sempre separati, affinché non si inneschi l’indurimento dei due materiali.

Temperature nel fondo del foro Tempi di lavorazione massimi  Tempi minimi di indurimento
calcestruzzo asciutto calcestruzzo umido
da -20° C a -16° C 75 min. 24 h 48 h
da -15° C a -11° C 55 min. 16 h 32 h
da -10° C a -6°C 35 min. 10 h 20 h
da -5° C a -1° C 20 min. 5 h 10 h
da 0 a +4° C 10 min. 150 min. 5 h
da +5° C a +9° C 6 min. 80 min. 160 min.
da +10° C 6 min. 60 min. 120 min.
ancorante chimico quale scegliere ETA
Cod. art. 0903450104

Infine, per ulteriori informazioni su ancoraggi di barre filettate o ferri di armatura in calcestruzzo e in muratura ti consigliamo di consultare la tabella tecnica che trovi all’interno della pagina online dedicata al Wit-Nordic.

Sai che Würth ti offre un software di progettazione per il calcolo degli ancoranti? Provalo subito, clicca qui!

Scopri la gamma Würth e scegli l’ancorante adatto ai tuoi lavori.