Normativa vetri e infissi: tutte le regole per una posa del serramento estremamente sicura

Per eseguire una posa in opera dei vetri e degli infissi è fondamentale attenersi e rispettare le normative in vigore, in particolare la normativa che riguarda i vetri degli infissi, ormai in vigore dal 2019. Conoscere approfonditamente la normativa e installare dei vetri a norma è fondamentale per la sicurezza di tutti. Un vetro non a norma potrebbe causare non solo piccole lesioni ma anche infortuni di una certa rilevanza, soprattutto all’interno degli ambienti domestici, considerati uno scenario dove purtroppo avvengono numerosi incidenti.  Effettuare un lavoro in regola ti permette di dormire sonni tranquilli e di tutelarti in qualsiasi circostanza. Scopri in questo articolo la normativa per vetri e per infissi, fondamentale per le tue opere di posa che tutelano la tua sicurezza e quella del cliente.

Normativa vetri per infissi: la sicurezza prima di tutto

La sicurezza è l’aspetto più importante che determina la qualità di un vetro che deve essere considerato non pericoloso e antinfortunistico per evitare ogni tipologia di incidente o lesione in caso di rottura (che può avvenire a causa di diversi fattori). L’obbligo di installare dei vetri sicuri è regolato dalla norma UNI 7697, ritenuta tra le più rigide nella Comunità Europea.

La norma UNI 7697 sui criteri di sicurezza nelle applicazioni vetrari prevede che:

  • Le finestre e le porte finestre devono avere all’interno e all’esterno un vetro di sicurezza. Questi vetri sono stratificati o temprati termicamente, cioè in caso di rottura non danno origine a pericolosi spigoli vivi.
  • Le finestre devono avere il vetro interno anti-infortunio e una lastra anti caduta, se installata ad un’altezza di almeno 4 metri da terra.

Il vetro stratificato è regolamentato dalle norme:

  • UNI EN ISO 12543
  • UNI EN 14449

Il vetro temprato è regolamentato dalle norme:

  • UNI EN 12150-1
  • UNI EN 12150-2

Applicazione vetro stratificato e vetro temprato secondo la normativa vetri per infissi

La normativa dei vetri e degli infissi, che fa riferimento al 2019, 2018 e 2017 è relativa non solo alle abitazioni ma anche alle scuole. I bambini, infatti, possono causare dei danni accidentali alle finestre e, per tutelare la loro salute, è obbligatorio utilizzare dei vetri di sicurezza e vetri antinfortunistici.

Come è fatto un vetro di sicurezza rispondente alle normative in vigore?

Secondo la normativa relativa ai vetri per infissi, il vetro per essere ritenuto sicuro è di due tipologie:

  • Vetro stratificato: in caso di rottura non provoca spigoli rischiosi ed evita la formazione di tanti pezzi. Questo avviene grazie alla presenza tra le due lastre di uno strato in PVB (polivinilbutirrale), che in caso di urto, mantiene incollati i pezzi di vetro come se fosse una ragnatela.
  • Vetro temperato: questa tipologia di vetro è costituito da delle lastre che, inserite in appositi forni, subiscono un trattamento di circa 700° che aumenta notevolmente la resistenza in caso di rottura, rendendolo particolarmente resistente non solo agli urti ma anche allo shock termico. In caso di rottura questo vetro si divide in tanti pezzi, senza apportare danni alle persone.
normativa vetri infissi 2019-vetro sicurezza

    Contattaci

    Hai bisogno di maggiori informazioni sui prodotti?
    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.

     

    [honeypot controllocitta-584]

    *campi obbligatori