Il cacciavite rientra tra gli utensili più importanti perché viene impiegato nelle officine, nelle aziende di produzione e nelle operazioni di montaggio. Un utensile multiuso che ci accompagna ormai da secoli. Un’impugnatura diversa a seconda dei casi Mettiamo subito in chiaro una cosa: non esiste un criterio universale che stabilisce quale cacciavite usare e quando. Spesso è la sensibilità dell’utente a decidere se sia più maneggevole un cacciavite con un’impugnatura in plastica monocomponente, bicomponente o multicomponente. Nondimeno alcuni elementi possono essere d’aiuto nella scelta del cacciavite più adatto. Alcuni scelgono il cacciavite a prescindere dall’impugnatura e solo in base alla grandezza. Altri invece ritengono importante il comfort di utilizzo e ricorrono ad un cacciavite con l’impugnatura in plastica bicomponente o multicomponente. Qual è la differenza? Impugnatura in plastica monocomponente impugnatura cacciavite plastica L’ impugnatura è per lo più di forma semplice, in plastica antiurto e con delle scanalature, non cede alla compressione e non si deforma, nemmeno impiegando una forza notevole. La pressione viene trasferita al palmo della mano e possono presentarsi arrossamenti e segni di pressione. Il tecnico di prodotto Würth sostiene che “chi prende in mano un cacciavite una dozzina di volte al giorno sente subito la differenza. Se l’impugnatura è in plastica antiurto, come nella versione in plastica monocomponente, il palmo della mano ne risente subito!” Conclusione: Se il cacciavite viene utilizzato di tanto in tanto, basta un’economica impugnatura in plastica monocomponente. Impugnatura in plastica bicomponente impugnatura cacciavite wurth Un’ impugnatura in plastica bicomponente è composta da due materiali di durezza diversa, che da un lato consentono una piacevole maneggevolezza, dall’altro generano un maggiore coefficiente d’attrito, che a sua volta garantisce il massimo trasferimento delle coppie di serraggio.  Una presa sicura e le scanalature disposte ergonomicamente consentono di lavorare senza stancare la mano. Conclusione: In caso di utilizzo frequente, vale la pena impiegare l’impugnatura in plastica bicomponente, in quanto la trasmissione delle forze è notevolmente migliore rispetto a quella monocomponente e contemporaneamente consente di lavorare comodamente.   Impugnatura in plastica multicomponente impugnatura cacciavite wurth La flessibile impugnatura in plastica multicomponente garantisce un’ergonomia perfetta, la trasmissione delle forze e comfort di utilizzo. Grazie alla collocazione di morbide cavità, il manico si adatta perfettamente alla mano, consentendo la trasmissione di forze nettamente maggiori. La flessibilità dell’ impugnatura aumenta la sensibilità della mano, evitando che l’utente possa danneggiare il materiale che sta lavorando. Conclusione: le maniglie in plastica multicomponente sono irrinunciabili se ogni giorno si lavora spesso con il cacciavite. A loro favore giocano una migliore trasmissione delle forze, un’ergonomia perfetta grazie alle morbide cavità interne e un elevato comfort di utilizzo. Il tecnico di prodotto Würth sostiene che “l’impugnatura in plastica multicomponente offre una migliore trasmissione delle forze, un’ergonomia perfetta grazie alle morbide cavità interne ed un elevato comfort di utilizzo”. Vuoi avere in pugno la situazione? Queste domande ti aiuteranno a scegliere il cacciavite perfetto per te:
  • Con che frequenza lo impieghi?
  • Che materiale viene lavorato? A che scopo ti serve il cacciavite?
  • Che qualità deve avere la trasmissione delle forze?
  • Quanto conta il comfort di utilizzo?
  • Impugni bene il cacciavite?

⇨ Dai un’occhiata a tutti i cacciaviti Würth ⇦

Lascia un Commento