Additionally, paste this code immediately after the opening tag: Skip to main content

La costruzione delle terrazze si articola in quattro fasi, di cui la realizzazione della sottostruttura rappresenta lo step più delicato, dato che può determinare problemi nel medio e lungo periodo. Segui i nostri consigli su come supportare i tuoi clienti a 360° ed effettuare un lavoro a regola d’arte!

Costruzione terrazze: dalla progettazione alla cura delle terrazze in legno

Scopri 4 semplici fasi per creare la terrazza in legno perfetta per i tuoi clienti. Ti bastano le viti Assy 4, il software di calcolo gratuito e i tuoi attrezzi preferiti Würth.

Costruzione terrazze – Fase 1: preparazione e progettazione

Quando si inizia una costruzione di terrazze, è necessario per prima cosa selezionare il tipo di legno adatto. Bisogna essere particolarmente prudenti con i legni poco costosi: il vantaggio economico riscontrato inizialmente, infatti, potrebbe annullarsi nel lungo periodo, poiché quelle tipologie di legno invecchiano più velocemente. Vale quindi la pena optare per varianti più costose: tenetene conto quando consigliate i vostri clienti nella loro scelta!

In estate, dopo i periodi di siccità, il livello di umidità nel legno delle assi del pavimento si aggira intorno al 10%, mentre in inverno può variare dal 20 al 25%. Per i legni impiegati nelle operazioni di montaggio, si raccomanda un livello di umidità compreso mediamente tra il 16 e il 18%Le fughe del legno devono presentare una larghezza minima di 5 mm e non superare i 10 mm. Le dimensioni effettive della terrazza si possono misurare in modo classico, avvalendosi di un metro pieghevole o di un flessometro. In alternativa, è possibile ricorrere ad un telemetro laser.

È possibile facilitare le operazioni di progettazione grazie al nostro software per le costruzioni in legno, per il quale è sufficiente registrarsi alla piattaforma online dedicata. Il software comprende ben 11 moduli e 4 diverse tipologie di installazione.

Costruzione terrazze | Fase 2: realizzazione della sottostruttura

Terra, ghiaia o calcestruzzo: a seconda del fondo, sono disponibili diverse soluzioni per la posa della sottostruttura. Le fondazioni puntiformi, ad esempio, sono particolarmente apprezzate. In ogni caso, è necessario verificare che le travi portanti della sottostruttura siano accuratamente allineate. Il corretto dimensionamento assicura che le tavole e il pavimento esterno resistano al sollevamento e al ritiro durante tutto l’anno, prevenendo curve e rigonfiamenti. La distanza tra i supporti non deve superare i 40 – 60 cm di larghezza, in modo da garantire che la superficie rimanga piana e “a prova di inciampo”.

Sotto le tavole e i pavimenti esterni è necessario evitare la formazione di ristagni d’acqua. Si può ricorrere a una sottostruttura permeabile all’acqua (riempimento di sabbia/ghiaia ed eventualmente velcro per impedire la crescita delle erbacce) oppure, nel caso di fondazioni in calcestruzzo, pianificare in anticipo misure adeguate per consentire l’evaporazione dell’umidità (per esempio un supporto regolabile in plastica o sottostrutture in alluminio).

costruzione terrazze

Fase 3: fissaggio delle tavole

Al fine di un corretto fissaggio delle tavole è necessario selezionare viti adeguate, in funzione del rivestimento delle tavole e della sottostruttura. La raccomandazione è di impiegare solo viti in acciaio inossidabile austenitico e ogni tavola deve essere fissata con almeno due viti. Per le tavole più larghe, a partire da 145 mm, si consigliano invece tre viti. Le viti devono essere lunghe almeno il doppio dello spessore delle tavole da fissare. Ricorrendo a barre distanziatrici tra le assi di copertura e la sottostruttura, è possibile impedire il ristagno d’acqua (ventilazione posteriore).

ASSY®4 l’innovazione parte dalla testa

Il nostro consiglio: per i legni duri si consigliano test preliminari. La densità e l’umidità del legno possono rendere necessarie eventuali operazioni di preforatura. Qualora le tavole debbano essere fissate a una sottostruttura in alluminio, si consiglia di effettuare preforarature nel rivestimento pari almeno al diametro della filettatura.

Fase 4: cura e pulizia delle terrazze in legno

Affinché i vostri clienti possano godere della loro terrazza per un lungo periodo, cura e pulizia costante sono imprescindibili, anno dopo anno. A tale scopo risultano particolarmente indicati prodotti come il detergente speciale per terrazze e l’olio per pergolati in legno.  Una terrazza installata correttamente e ben tenuta si conserva per 15 – 30 anni, anche a seconda del tipo di legno impiegato.

costruzione terrazze

Ti consigliamo, se possibile, di evitare i ristagni d’acqua sulle tavole, soprattutto sotto ai supporti per ombrelloni o fioriere.

    Hai bisogno di maggiori informazioni sul prodotto?

    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.