La manutenzione del cambio automatico: tutto quello che c’è da sapere

Il numero delle autovetture equipaggiate con il cambio automatico è sempre maggiore e le case automobilistiche, sia italiane che estere, propongono per ogni modello almeno una versione con questo tipo di cambio. Si tratta di una soluzione estremamente comoda per il conducente, soprattutto se imbottigliato nel traffico o in un ingorgo, che non deve continuamente utilizzare la frizione. Questo tipo di cambio è anche molto sicuro, poiché non obbliga continuamente a staccare la mano dal volante, con un conseguente incremento sull’attenzione e sulla sicurezza. La costruzione del cambio automatico richiede una manutenzione specifica e, in questo articolo, ti forniamo tutte le informazioni per eseguirla al meglio, garantendo alla clientela affidabilità e durata nel tempo.

Sommario:

La manutenzione del cambio automatico: quando e come farla

Operazione molto delicata, la manutenzione del cambio automatico richiede un elevato livello di attenzione. Va fatta al momento giusto e si devono scegliere i prodotti adatti. I vantaggi della trasmissione automatica sono ormai risaputi, ma purtroppo tutti i dispositivi, anche i più sofisticati, non sono immuni da inconvenienti vari ed eventuali. Nota è la durata e l’affidabilità dei cambi automatici che, se non maltrattati, possono durare migliaia di km anche se contengono parti delicate. Inoltre, per farli funzionare, servono centraline elettroniche oltre a varie parti meccaniche.

Il cambio necessita di assistenza perché come le altre componenti è soggetto ad usura e viene lubrificato dal suo olio ATF specifico. Quando e come fare questa operazione non è una delle cose più semplici da sapere e applicare. La complessità dei meccanismi di una trasmissione automatica che sia a doppia frizione, a convertitore di coppia o di tipo CVT a variazione continua richiede una manutenzione specifica per garantirne l’affidabilità nel lungo periodo.

CAMBIO AUTOMATICO A DOPPIA FRIZIONE

Il cambio automatico a doppia frizione è il più evoluto in commercio: si tratta di una trasmissione composta da due alberi primari indipendenti collegati attraverso la doppia frizione al motore. La gestione delle marce pari su un albero e quelle dispari sul secondo albero, garantisce velocità nella cambiata e diminuzione del rumore.

CAMBIO AUTOMATICO A CONVERTITORE DI COPPIA

Nel cambio automatico a convertitore di coppia, è il sistema più tradizionale di tutti. Il convertitore di coppia funge da frizione distribuendo le forze di trazione tra motore e cambio, caratteristica indiscussa è che la variazione dei giri viene gestita dai cicli epicicloidali.

CAMBIO AUTOMATICO CVT

Il cambio automatico variazione continua cambia marcia in modo progressivo e non per gradi, tramite catena o cinghia.

manutenzione del cambio automatico

Perché è importante il cambio olio?

Dall’olio dipendono le caratteristiche prestazionali del cambio e quindi dell’auto stessa. L’olio esausto e non di qualità può portare ad una riduzione della potenza ed a usura degli organi in movimento. Cambiate che non rispettano i giri richiesti hanno come conseguenza un aumento dei consumi e della rumorosità.

Quando va eseguita la manutenzione del cambio automatico?

La manutenzione e il cambio coincidono con l’uso dell’auto e il suo deterioramento. L’olio dei cambi automatici tende dopo circa 50-60 mila km a perdere le sue caratteristiche, pertanto è consigliabile sostituirlo. Il tipo di guida, le strade di solito percorse, il tempo in cui tutti quei km vengono percorsi, influisce molto sull’intervallo di cambio olio: se si guida spesso in città sarà necessario, infatti, cambiarlo prima poiché i componenti subiscono maggiori sollecitazioni e tendono ad usurarsi più velocemente. Un check up è consigliabile tra [min. 50 e max 80 mila Km].

Quale tipo di olio usare per il cambio automatico?

Quando si provvede alla sostituzione dell’olio del cambio automatico è necessario informarsi sul tipo di lubrificante adatto al proprio tipo di trasmissione. Insieme a questa operazione bisogna sostituire anche il filtro e la guarnizione dell’olio del cambio.

Quale tipo di ricambio usare per il cambio automatico?

Anche filtro, guarnizione ed eventuali connettori di qualità sono fondamentali per una corretta performance del cambio automatico. Quando si provvede alla sostituzione dell’olio, si procede alla rimozione della coppa, drenaggio del vecchio olio, rimozione di filtro e guarnizione.

    Contattaci

    Hai bisogno di maggiori informazioni sui prodotti?
    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.

     

    [honeypot controllocitta-584]

    *campi obbligatori