Batterie ricaricabili per avvitatore ed elettroutensili: come scegliere il modello migliore per il tuo lavoro

Con le batterie ricaricabili per avvitatore ed elettroutensili è l’attrezzo che fa la differenza!

Per scegliere un elettroutensile ci sono diverse informazioni tecniche da consultare ed è importante capire tutte le relazioni che intercorrono per poter trovare l’utensile a batteria più adatto alle proprie esigenze e al proprio lavoro. Ovviamente leggere le schede tecniche è fondamentale per la scelta del prodotto: scoprire quali sono i prodotti più usati dagli artigiani che fanno il tuo stesso mestiere ma anche quali sono i prodotti compatibili con la macchina che ti interessa Ricordati di leggere sempre la scheda prodotto perché è il modo più semplice e diretto per avere queste informazioni.

Cosa indica l’Ah? Ecco come si definisce la quantità di ampere sul tempo di lavorazione

Che relazione c’è fra gli gli ampere-ora (Ah) e le prestazioni di un attrezzo elettrico? Assolutamente nessuna! Perché quello che è in grado di fare un elettroutensile, ovvero le sue prestazioni, dipendono dalla sua tensione d’esercizio (Volt) e non dagli Ah. Con 1 ½, 2, 3 e 4 Ah le prestazioni in newton metri sono sempre le stesse e i giri al minuto non cambiano.

La capacità di una batteria ci dice quanta energia si può prelevare dalla cella nell’arco di un’ora. Più sono gli Ah di una batteria, maggiore sarà l’energia accumulata e quindi la durata della carica. In altri termini gli Ah indicano per quanto tempo si può lavorare con una batteria e questo diventa molto importante quando bisogna lavorare a pieno ritmo, senza fastidiose interruzioni per la ricarica o mancanza di una batteria supplementare.

Scegliere la batteria ricaricabile giusta è quindi fondamentale: ecco 3 consigli per il corretto utilizzo delle batterie

Scegliere la batteria compatibile con il proprio utensile

Scegliendo un modello da 1 ½ Ah, la batteria è più leggera, ma non ha una grande autonomia. Scegliendo invece la batteria da 5 Ah, la carica durerà molto di più, ma l’attrezzo sarà più pesante. Di conseguenza nella scelta del modello bisognerebbe considerare per quali applicazioni viene utilizzato e se il suo peso alla lunga potrebbe comprometterne l’utilizzo.

Aumentare la durata di utilizzo del proprio elettroutensile grazie agli Ah

Un utilizzo grazie ad un numero maggiore di Ah? Abbiamo fatto un test per vedere cosa succede aumentando la capacità della batteria di un avvitatore da 3 a 4 Ah. 1 Ah in più significa che la durata di utilizzo aumenta del 33%, quindi si può lavorare un terzo del tempo in più prima di dover ricaricare la batteria. Supponendo che mediamente per una ricarica ci vuole un’ora, si risparmia un’ora ogni tre ricariche. Inoltre per un avvitatore, si possono avvitare più viti. Con la batteria da 3 Ah siamo riusciti ad avvitare 501 viti in un legno di abete rosso, mentre con una da 4 Ah sono state avvitate 826 delle stesse viti, che nel test equivalgono al 65% in più!

Scegliere correttamente la batteria sostitutiva per migliorare il lavoro

Dovendo sostituire o acquistare una batteria supplementare, è possibile scegliere tra 4 modelli diversi: da 1 ½, 2, 4 0 5 Ah. L’ unica condizione è che bisogna utilizzare una batteria all’interno della stessa classe di voltaggio, ad es. 18 Volt.

    Contattaci

    Hai bisogno di maggiori informazioni sui prodotti?
    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.

     

    [honeypot controllocitta-584]

    *campi obbligatori