Additionally, paste this code immediately after the opening tag: Skip to main content

Sappiamo che la lucidatura di una nave e il ripristino dello strato di Gelcoat usurato richiede 4 passaggi: la Decontaminazione della superficie, la sua Levigatura, cui segue la Lucidatura e infine un intervento finalizzato alla Protezione e Mantenimento.

Ora vedremo i singoli passaggi, come eseguirli al meglio e quali sono prodotti di finitura e lucidatura nell’industria navale più indicati.

  1. Come decontaminare e pulire le superfici al meglio per prepararle alla levigatura e lucidatura

Iniziare da una pulizia accurata è indispensabile per ottenere una superficie pronta per essere levigata e lucidata.

Ciò che serve in questa prima fase sono quindi:

  • un liquido pulente a base acquosa
  • un supporto di pulitura della linea Clay Art: una spugna, un tampone o un guanto specifici per una pulitura profonda
  • una lucidatrice roto-orbitale (scopri il prodotto >) per eseguire il lavoro meccanicamente e in modo più rapido. In alternativa puoi anche lavorare a mano ma il tempo e la fatica saranno ovviamente maggiori.

Ora non resta che iniziare. Spruzza la soluzione pulente sulla superficie da trattare e sul supporto Clay Art e pulisci a fondo. Per un risultato ottimale, non lavorare mai su superfici calde.

Inoltre, uno spray nero di controllo (scopri il prodotto >) ti aiuterà ad individuare meglio graffi e danni presenti sul Gelcot bianco, che poi potrai rimuovere con la levigatura.

detergente per officina - 0893118…
tampone di pulitura serie Clay Art - 0585300...
lucidatrice rotorbitale EPM 160 E - 57075000
  1. Levigatura: gli strumenti e i prodotti giusti per eliminare graffi e imperfezioni sugli strati di Gelcoat

 In questo secondo passaggio andiamo ad eliminare i graffi superficiali e i danni lievi presenti sul rivestimento da trattare.

Per ottenere una superficie il più liscia possibile servono una levigatrice roto orbitale e diversi dischi abrasivi. Un modo per risparmiare parecchio tempo e ridurre anche i costi è iniziare con dischi a grana più grossolana e rifinire poi il lavoro con dischi a grana sempre più fine.

I prodotti di finitura e lucidatura nell’industria navale migliori per eseguire la levigatura sono:

  • Una levigatrice roto orbitale (scopri il prodotto consigliato >) a doppia impostazione: una per la sgrossatura (corsa di 6,2 mm) e una per la finitura (corsa di 2,8 mm).
  • Dischi abrasivi. Parti da un disco con supporto in film di poliestere e a grana spessa: a lunga durata, resiste agli strappi e ha un’ottima capacità di asportazione. Prosegui quindi con dischi per finitura e alta finitura con supporto in spugna per eliminare la polvere e le imperfezioni a buccia d’arancia.
levigatrice roto orbitale ETS 150-E TWIN MASTER - 07021290
disco abrasivo ICE Perfect - 0574353
isco abrasivo fine KFZ - 058784
disco abrasivo USEIT® SUPERPAD SG - 058740
  1. Lucidatura: quali prodotti di finitura e lucidatura dell’industria navale usare per avere di nuovo superfici brillanti?

 Ora puoi proseguire con la lucidatura, per eliminare definitivamente anche le ultime imperfezioni e tornare ad avere superfici splendenti.

Cosa ti serve?

  • Una lucidatrice rotativa o roto orbitante. Con la prima il lavoro è più rapido ma serve parecchia abilità nell’utilizzo e si possono formare aloni e ologrammi causati dalle diverse velocità tra la parte esterna (molto veloce) e interna (più lenta) del tampone.
    La soluzione? La lucidatrice eccentrica EL-EPM160-E MASTER, la stessa consigliata per la fase di pulitura e decontaminazione. Ha il pregio di oscillare e orbitare in simultanea, permettendoti di usare un unico utensile. Corregge rapidamente le imperfezioni e, sviluppando poco calore, non danneggia la superficie.
  • Prodotti lucidanti che comprendono una vasta gamma di polish, specifici per ogni esigenza, paste abrasive, rivestimenti polimerici e anche prodotti di finitura e lucidatura dell’industria navale di ultima generazione, ottimi sia come abrasivi, sia per dare lucentezza alle superfici.
  • Pad da abbinare al prodotto lucidante. Ce ne sono di tutti i tipi e per qualsiasi uso: per superfici molto usurate, per correzioni medio-pesanti, per finiture e molto altro.
  • Un panno in microfibra per pulire la superficie dai residui di lucidatura.
COLORE PAD o MATERIALE UTILIZZO
Verde correzioni graffi medio-pesanti
Azzurro superfici usurate
Arancio finitura finale
In Lana di Agnello correzione graffi profondi

Dopo aver agitato bene il flacone, spalma la soluzione lucidante sul Pad aiutandoti con una spatola.

Posiziona quindi il Pad sulla lucidatrice e, con una leggera pressione, lavora la superficie fino ad eliminare le imperfezioni.

Al termine, rimuovi i residui di lucidatura con un panno in microfibra.

pasta abrasiva ShortCut P5 - 08931500
pasta abrasiva ad alta lucentezza P20 PLUS - 089315002...
polish PERFECT GLOSS - 0893013001
  1. Soluzioni e consigli per proteggere le superfici e mantenerle intatte e lucenti a lungo

Eccoci all’ultima fase del processo di lucidatura: la protezione e manutenzione delle superfici attraverso l’applicazione di un rivestimento polimerico (vai al prodotto consigliato >) che:

  • protegge dai raggi UV e dagli agenti atmosferici
  • riduce la formazione di sporco
  • favorisce lo scorrimento dell’acqua e facilita quindi anche il lavaggio
  • dona brillantezza agendo in profondità

Puoi scegliere di applicare il prodotto:

  • con l’utilizzo di una lucidatrice: risparmierai tempo e anche una elevata quantità di rivestimento polimerico. Dovrai applicare la soluzione sul tampone di lucidatura (vai al prodotto >) e azionare la lucidatrice a media velocità
  • a mano, utilizzando un tampone in spugna.

In entrambi i casi, al termine dell’intervento, rimuovi tutti i residui rimasti con un panno in microfibra.

Attenzione, in qualsiasi fase della lucidatura non sottovalutare mai l’importanza del panno!
Scegline sempre uno privo di cuciture o bordi sporgenti altrimenti rischi di provocare graffi e imperfezioni.

    Hai bisogno di maggiori informazioni sul prodotto?

    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.