Pillole di Sicurezza – La gestione delle macchine e degli impianti

La gestione delle macchine e degli impianti è un tema tra i più delicati in materia di salute e sicurezza per il datore di lavoro e i suoi delegati. Oggi gli infortuni sul lavoro connessi all’uso di macchine ed attrezzature sono numerosi, spesso gravi, con conseguenze anche per l’azienda.

Conoscere lo stato di conformità delle proprie macchine, attrezzature ed impianti mettendo in evidenza carenze documentali, anomalie tecniche e vizi palesi è il primo passo nel percorso che porta alla messa a norma e al miglioramento della sicurezza.

A cura di Luca Reppele, Direttore tecnico presso Contec Industry | Gruppo Contec, la società che si occupa di processi industriali, impianti e macchine, lavorando su progetti di innovazione, sicurezza e conformità ambientale.

Contec Gruppo - Logo

Cosa vuol dire occuparsi della Technical & Safety Compliance?

L’acquisto di nuove macchine e impianti industriali

Quando si acquistano macchine nuove è obbligatorio ai sensi del Decreto Legislativo 81/08 verificare che siano conformi alle direttive comunitarie (ad esempio la Direttiva Macchine o la direttiva bassa tensione).

Il Datore di Lavoro è ritenuto responsabile anche quando, in presenza di marcatura CE, la macchina presenti vizi palesi o sia visibilmente non sicura. Non basta quindi acquisire il manuale di uso e manutenzione e la dichiarazione di conformità CE, ma occorre effettuare un’analisi dei rischi e dei vizi palesi e, nel caso di carenze, segnalare le non conformità ai fabbricanti o provvedere al miglioramento della sicurezza delle macchine non sicure.

L’iter di valutazione della conformità tecnica e documentale è composto da 3 fasi:

  1. Prima dell’acquisto:

In questa fase iniziale di offerta e di valutazione dell’acquisto è importante effettuare un’analisi dei rischi che tenga conto del reale utilizzo di queste macchine nuove, dell’ambiente e del contesto in cui saranno installate e delle condizioni di manutenzione o regolazione. È fondamentale inoltre stabilire delle condizioni contrattuali specifiche sulla completezza delle forniture in termini di sicurezza, a tutela della posizione del Datore di Lavoro.

  1. Valutazione della fornitura:

Nella seconda fase è importante procedere alla valutazione dei fornitori. La valutazione è basata sul rispetto delle normative e Direttive comunitarie applicabili e secondo checklist di controllo della macchina per evidenziare da subito eventuali vizi palesi o eventuali non conformità normative.

  1. Installazione e messa in servizio

La terza fase prevede un controllo durante le fasi di installazione, messa in servizio e collaudi delle macchine. I controlli vengono effettuati in fase di direzione lavori e installazione delle macchine e si concludono coi test e collaudi dove si verifica il funzionamento ma anche la conformità ai requisiti di sicurezza.

Scopri di più sull’Iter di valutazione di conformità per nuove macchine e impianti  >

Le verifiche periodiche e gli adeguamenti di macchine e impianti industriali

La legislazione nazionale – attraverso il Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro D.Lgs. 81/08 – prevede l’obbligo che macchine e impianti in esercizio in azienda siano sottoposti a controlli e verifiche per assicurare lo stato di efficienza ai fini della sicurezza.

Nello specifico, l’art. 71 del D.Lgs. 81/08 prescrive che le attrezzature di lavoro soggette ad influssi che possono provocare deterioramenti suscettibili di dare origine a situazioni pericolose siano sottoposte a controlli periodici e straordinari.

Scopri di più sulle verifiche periodiche di macchine e impianti >

Inoltre è necessario aggiornare le misure di prevenzione del rischio in relazione all’evoluzione tecnica, alle eventuali modifiche nelle condizioni d’uso o per modifiche effettuate sulle macchine stesse.

L’esito delle verifiche effettuate può mettere in evidenza carenze nel rispetto dei requisiti normativi previsti in termini di sicurezza.

Si rendono quindi necessari degli interventi di adeguamento – previa opportuna valutazione tecnica – per ripristinare le condizioni di utilizzo in sicurezza per tutti i lavoratori.

Gli interventi di adeguamento alla sicurezza devono essere corredati da dichiarazione di conformità CE, se considerabili come sistemi di protezione immessi sul mercato in un momento successivo all’entrata in funzione della macchina e possono sempre essere implementati dal Datore di Lavoro anche su macchine già marcate CE, se non ne modificano l’uso e ne migliorano le condizioni di sicurezza.

Scopri di più sugli interventi di adeguamento di macchine e impianti >

In collaborazione con il Gruppo Contec nasce il progetto “Pillole di Sicurezza”, la serie di mini video dedicata alla divulgazione di tematiche di sicurezza sul lavoro.

GRUPPO CONTEC – SERVIZI INGEGNERISTICI PER LE AZIENDE
Il Gruppo Contec aiuta le organizzazioni a realizzare progetti e gestire gli investimenti negli ambiti ingegneria e progettazione civile ed industriale. Fornisce soluzioni innovative e integrate per consentire ai propri partner di concentrarsi sul proprio business.

Contec Gruppo - Logo

Lascia un Commento