MODERATE: una piattaforma aperta per la condivisione e gestione dei dati degli edifici

Eurac Research a capo del nuovo progetto “MODERATE” per lo sviluppo di soluzioni open data commerciabili per l’ottimizzazione dei servizi energetici di edifici. Tra le aziende ed enti scientifici partner anche Würth Italia

La diffusione di sistemi di monitoraggio e controllo degli edifici ha portato ad una grande produzione di dati e di conseguenza alla necessità di una gestione e consultazione condivisa e sicura degli stessi per l’intero settore delle costruzioni. Questa interoperabilità è però spesso minata dalla diversità dei vari sistemi in uso, nonché dalle regole a tutela della privacy.

È proprio su questa problematica che si inserisce il nuovo progetto finanziato con fondi Europei Horizon Europe MODERATE (Marketable Open Data Solutions for Optimized Building-Related Energy Services) GA101069834. Il progetto, da più di 5 milioni di euro, della durata di 4 anni, sarà coordinato dall’Istituto per le energie rinnovabili di Eurac Research e sarà presentato i prossimi 21 e 22 giugno in un evento di apertura presso il NOI Techpark di Bolzano.

Scopo del progetto è di formalizzare un insieme di procedure e tecniche che consentiranno a tutti gli attori coinvolti – proprietari di edifici, istituzioni pubbliche, gestori di impianti, società di servizi – di condividere in modo sicuro e funzionale i propri dati, effettuare analisi e prendere decisioni, nel rispetto del regolamento generale europeo sulla protezione dei dati (GDPR). Verrà reso possibile inoltre l’accesso in modo uniforme a fonti di dati eterogenee sulle prestazioni degli edifici, solitamente disperse in diversi database non interoperabili. MODERATE svilupperà, a questo scopo, una piattaforma aperta, avvalendosi dell’uso di tecnologie all’avanguardia, come l’intelligenza artificiale, il machine learning e l’internet of things (IoT). Questa piattaforma consentirà ai suoi utenti di analizzare in tempo reale dati provenienti da vari sistemi di edifici e di fornire informazioni sulle molteplici dimensioni delle prestazioni di un edificio. L’uso di dati sintetici per l’allenamento degli algoritmi di gestione dati sarà uno dei punti chiave per realizzare la condivisione di dati aperti, permettendo servizi più affidabili e generando opportunità di business.

Il ruolo di Eurac Research, oltre al coordinamento del consorzio sarà quello di gestire la raccolta dei dati fornendo importanti contributi per lo sviluppo di servizi e analisi. In particolare, saranno applicate tecniche avanzate di anonimizzazione e sintetizzazione dei dati.

Uno dei risultati principali di MODERATE sarà una piattaforma software per la condivisione open di dataset e per l’analisi degli stessi. La piattaforma sarà sviluppata dal partner CTIC e rilasciata sotto licenza open source commercial friendly. L’aspetto che contraddistinguerà il progetto sarà l’approccio open science senza compromessi: Il software sviluppato sarà rilasciato tramite licenze open source, i dataset sintetici saranno propriamente anonimizzati e rilasciati sotto licenze open data e tutte le pubblicazioni scientifiche saranno pubblicate in riviste e conferenze open access.

Spiega Manuel Mauro, ricercatore Eurac Research, coordinatore scientifico di progetto.

Rispetto ad altri studi e iniziative precedenti sulla definizione di un’architettura modulare dei dati, MODERATE si pone dunque l’ambizioso obiettivo di creare una piattaforma completamente aperta dove i risultati della ricerca – non solo dati ma anche programmi, algoritmi, etc.- possano essere fruibili da tutti, non solo dai partner scientifici, in modo che anche gli stessi proprietari dei dati possano conoscerne il valore e trarne profitto dal punto di vista economico.

I partner di MODERATE

16 i partner di progetto di paesi europei, tra i quali Austria, Germania, Spagna, Belgio e Paesi Bassi.

Tra i centri di ricerca e le realtà aziendali, sarà presente anche Würth Italia. Il nostro ruolo sarà di mettere a disposizione i dati di consumo energetico dei Retail Store Würth su tutto il territorio nazionale: i negozi sono infatti dotati di dispositivi di “bulding automation”, prodotti dalla consociata di Würth Italia Kblue per la gestione, automazione e ottimizzazione energetica.

Würth avrà inoltre un secondo ruolo: testerà gli algoritmi di efficientamento e gestione energetica ed i dataset open per ottimizzare l’efficienza dei propri Store e trasferire concetti innovativi nei propri prodotti della linea domotica Wüdomo.

Autore: Valentina Ciolli, Scientific Communication Eurac Research

This project has received funding from the European Union’s Horizon Europe research and innovation programme under GA n. 101069834. The information reflects only the author’s view, and the Commission is not responsible for any use that may be made of the information it contains.

Lascia un Commento