Obbligo di qualifica professionale per i serramentisti che vogliano eseguire interventi Ecobonus

Il recente decreto legislativo n°48, in attuazione alle direttive comunitarie sull’efficienza energetica, prevede l’obbligo di qualifica professionale per i serramentisti che vorranno eseguire interventi legati all’Ecobonus. I requisiti di professionalità degli operatori preposti all’installazione dei componenti diventano dunque una condizione imprescindibile per l’acquisizione degli incentivi.

Con questo provvedimento la certificazione delle competenze professionali ai sensi della norma UNI 11673-2, oltre ad essere un elemento di distinzione competitiva commerciale, diventa quindi uno strumento di fondamentale importanza che attesta il possesso di abilità e competenze con le quali i professionisti risultano idonei a svolgere l’attività.

Qualifica professionale serramentisti: la certificazione delle competenze

Dopo la pubblicazione della norma UNI 11673-1 relativa ai criteri e ai requisiti di progettazione della posa dei serramenti, sono state approvate anche le parti 2 e 3 della stessa norma. Queste ultime inquadrano rispettivamente le attività professionali che possono essere ufficialmente certificate e i relativi requisiti e contenuti per la formazione. Nascono quindi le figure professionali di:

  • Posatore/Installatore Senior EQF3
  • Posatore/installatore Caposquadra EQF4
qualifica professionale serramentisti

I nostri corsi ti preparano proprio per sostenere l’esame da posatore/installatore Senior EQF3 e da posatore/installatore Caposquadra EQF4. Il patentino che otterrai è una qualifica professionale certificata attraverso un accreditamento.

La regolamentazione delle professioni in Italia

La legge 4/2013 costituisce la normativa di riferimento in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi e prevede diverse possibilità di accreditamento della professione:

  • La prima è quella di iscriversi ad associazioni di professionisti di natura privatistica. Tali associazioni, iscritte al MISE, possono rilasciare un’attestazione di qualità dei servizi ai propri iscritti che tuttavia non può essere assimilata a una certificazione. Le associazioni non hanno vincolo di rappresentanza esclusiva della professione in questione, lasciando così sussistere la possibilità che ne esistano varie per la medesima figura. Inoltre, sebbene le associazioni di professioni non regolamentate forniscano alcune garanzie peculiari.
  • C’è la possibilità di esercitare le attività della figura anche in autoregolamentazione, se in conformità con la normativa tecnica UNI. Quindi un posatore può lavorare in autonomia autocertificandosi, ma è ovvio che questa scelta ha scarsa forza commerciale.
  • Un ulteriore forma di accreditamento è quella della certificazione delle competenze. Tale riconoscimento, valido a livello Europeo, viene ottenuto per ciascun livello di specializzazione solo tramite il superamento di un esame presieduto da un ente accreditato da ACCREDIA. L’organizzazione che valuta le competenze del candidato deve avere il riconoscimento di “Organismo di Certificazione di Parte Terza”, in conformità alla Norma UNI EN ISO 17024 ed essere accreditata presso ACCREDIA secondo la norma UNI 11673-2. Tali “Organismi di Certificazione di Parte Terza” accreditati possono anche svolgere gli esami tramite “Organismi di Valutazione Esterni” ovvero Aziende che, dopo avere superato un audit di verifica, operano sotto la loro diretta responsabilità.

La certificazione viene documentata tramite un “Certificato di conformità alla norma tecnica UNI” numerato e personalizzato e la relativa iscrizione nell’albo nazionale dei posatori di ACCREDIA. Essa è inoltre in linea con la Raccomandazione 2008/C111/01/CE del Parlamento Europeo, che prevede la creazione per tutti gli stati membri di un Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF – European Qualification Framework) per l’apprendimento permanente, cioè un quadro di riferimento comunitario che serve a mettere in relazione i sistemi e i quadri nazionali delle qualificazioni dei Paesi aderenti.

qualifica professionale serramentisti

Si tratta di una griglia di descrizione a otto livelli: da quelli ottenuti al termine di un percorso scolastico fino ai livelli più alti di istruzione e formazione accademica e professionale. EQF rappresenta un riferimento per i sistemi nazionali di qualificazioni d’istruzione mettendo in corrispondenza i bisogni del mercato del lavoro e le opportunità di formazione e permettendo di riconoscere più agevolmente le competenze dei lavoratori dei vari Paesi garantendo una qualifica uniforme delle varie professioni all’interno dell’Unione. Da questo quadro derivano le classificazioni dei livelli EQF3 e EQF4 rispettivamente posatore/installatore Senior e posatore/installatore Caposquadra.

Qualifica professionale serramentisti: definizione delle figure, valutazione delle competenze e certificato

La definizione delle figure professionali si delinea nella UNI 11673-2 secondo un quadro dettagliatamente descritto in termini di conoscenze, abilità e competenze a cui vengono associati relativi compiti operativi. Tali argomenti non sono separati per i due ruoli, pertanto le parti del posatore Caposquadra vanno ad integrare quelle del posatore Senior ed è possibile svolgere la valutazione direttamente sul livello più alto.

Le competenze del posatore Senior possono riassumersi in conoscenze delle normative di cantiere, normative di settore, tipologie di serramenti, vani posa, accessori e materiali, cicli di lavoro. Nel caso di posatore Caposquadra si integrano con aspetti legati ai criteri di progettazione dei giunti, tecniche di pianificazione e gestione dei rapporti con committente/progettista nonché metodologie di verifica e collaudo.

qualifica professionale serramentisti

La Norma 11673-2 non prevede particolari percorsi formativi anche se l’Organismo di Certificazione delle Competenze può prendere in considerazione attestati di partecipazione a corsi di natura informale o autodichiarazioni relative a lavori svolti. Quindi non è obbligatoria la formazione non formale così come definita dalla UNI 11673-3: è sufficiente superare l’esame così come previsto dalla UNI 11673-2.

Il Certificato ha la durata di 4 anni dopo i quali è necessario che il candidato invii all’Organismo evidenza della continuità professionale e l’attestazione di aver eseguito percorsi di aggiornamento professionale della durata di almeno 8 ore.

Perché certificare le competenze?

La certificazione del personale attesta il possesso di abilità e competenze con le quali i professionisti risultano idonei a svolgere l’attività e viene ufficialmente inquadrata nell’ambito normativo italiano ed europeo sulle professioni. Il certificato quindi, oltre essere elemento di distinzione dalla concorrenza in ambito privato, rappresenta la professionalità dell’operatore in forma ufficiale. Il documento attesta la qualifica qualora richiesta in capitolati pubblici o nell’eventualità di regolamenti normativi legati allo svolgimento dell’opera da parte di un operatore professionista.

    Contattaci per saperne di più!

    Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi per i serramentisti?
    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.

    [honeypot controllocitta-584]

    *campi obbligatori