Iperammortamento 2020: come funziona l’incentivo per l’acquisto di beni e tecnologie Industria 4.0?

Iperammortamento 2020: come funziona? La misura non è stata prorogata per il 2020, al suo posto è stato introdotto il nuovo credito di imposta.

La Legge di Bilancio 2019 aveva confermato le agevolazioni previste per Industria 4.0, con delle importanti novità: la possibilità di ammortizzare il costo di beni materiali e immateriali (software) funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale. Per il 2020 non c’è stata la proroga.

È possibile beneficiare dell’agevolazione anche per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2020, a patto che entro il 31 dicembre 2019 si siano verificate due condizioni:

  • il venditore abbia accettato l’ordine
  • sia avvenuto il pagamento di acconti nella misura pari almeno al 20% del costo di acquisizione del bene

Come funzionava l’Iperammortamento 2019?

Con la Legge di Bilancio 2019 era stata approvata la proroga dell’iperammortamento 2019, ora sostituito dal credito di imposta. Rappresentava l’agevolazione più interessante in ottica Industria 4.0, poiché favoriva la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi nelle imprese.

La digitalizzazione rappresenta la risposta a un mercato in trasformazione, in cui è necessario offrire a un cliente sempre più esigente configurazioni di gamme potenzialmente infinite; che richiede una produzione estremamente flessibile, in tempi brevissimi e a bassi volumi; in un contesto sempre più saturo.

Vantaggi della digitalizzazione dei processi produttivi

Maggiore flessibilità attraverso la produzione di piccoli lotti ai costi della grande scala

Maggiore velocità dal prototipo alla produzione in serie attraverso tecnologie innovative

Maggiore produttività attraverso minori tempi di set-up, riduzione di errori e fermi macchina

Migliore qualità e minori scarti mediante sensori che monitorano la produzione in tempo reale

Maggiore competitività del prodotto grazie a maggiori funzionalità derivanti dall’IoT

iper ammortamento 2018

COSA PREVEDEVA L'IPERAMMORTAMENTO 2019: LE PERCENTUALI

L’iperammortamento è un’agevolazione fiscale che consisteva nel maggiorare il costo di acquisto di un bene deducibile dal reddito di impresa, così da diminuire la base imponibile per il calcolo dell’imposta dovuta, sia IRPEF sia IRES. L’agevolazione spettava solo se i beni ammortizzabili sono destinati a strutture produttive situate nel territorio nazionale, con le seguenti percentuali previste dalla Legge di Bilancio 2019:

Percentuale maggiorazione Entità investimento
170% Fino a 2,5 milioni di euro
100% Tra 2,5 e 10 milioni di euro
50% Tra 10 e 20 milioni di euro
0% Sulla parte di investimento eccedente il limite di 20 milioni di euro

L’Iperammortamento 2019 non si applicava a:

  • investimenti eccedenti il limite di 20 milioni di euro
  • investimenti che fruiscono già dell’Iperammortamento 2018.

BENEFICIARI

Tutte le imprese italiane con residenza fiscale in Italia, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dai settori economici di attività.

SCADENZE

Secondo quanto stabilito dalla proroga dell’Iperammortamento 2019, gli investimenti inerenti all’Industria 4.0 effettuati erano ammortizzabili entro il 31 dicembre 2019. A patto che ricorrano le condizioni di cui sopra, è possibile beneficiare dell’agevolazione anche per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2020.

COME ACCEDERE E CERTIFICARE L'IPERAMMORTAMENTO

Per beneficiare delle misure previste non è necessario ricorrere a bandi o sportelli. È possibile usufruire delle agevolazioni previste dall’Iperammortamento 2019 automaticamente in fase di redazione del bilancio a cura del commercialista, il quale saprà anche se sussistono ipotesi di cumulabilità con altri benefici fiscali.

Costo di acquisto inferiore ai 500.000 € Costo di acquisto superiore ai 500.000 €
Autocertificazione Perizia tecnica giurata
Legale rappresentante dell’azienda Ingegnere / perito industriale iscritti all’Albo dell’Ente di certificazione accreditato
Attestare che il bene possieda le caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui all’Allegato A o B annessi alla Legge
Ricevere il bene dal 01/10/2019 al 31/12/2019 oppure emettere l’ordine di acquisto e versare un acconto pari al 20% entro il 31/12/2019 e ricevere il bene entro il 31/12/2020. Produrre sempre entro tale data un’attestazione che dimostri che il bene possieda tutte le caratteristiche tecniche vincolanti. L’attestazione deve essere fatta entro il periodo d’imposta in cui il bene entra in funzione (connesso)

BENI AMMESSI ALL'IPERAMMORTAMENTO 2019

Erano ammortizzabili i beni indicati dagli Allegati A e B della Legge di Bilancio, rispettivamente i beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale secondo il modello Industria 4.0 e quelli immateriali strumentali (softwarevolti a favorire una transizione verso tali processi tecnologici.

Il modello Industria 4.0:

L’espressione Industria 4.0 indica un processo generato da trasformazioni tecnologiche nella progettazione, nella produzione e nella distribuzione di sistemi e prodotti manifatturieri, finalizzato alla produzione industriale automatizzata e interconnessa (Legge di Bilancio 2019, Dossier).

Beni materiali (Allegato A)

I beni materiali che usufruiscono dell’iperammortamento 2019 (elencati dettagliatamente nell’Allegato A della Legge di Bilancio) sono riconducibili a tre macro-aree:

  • tutti i beni strumentali controllati da sistemi computerizzati o gestiti tramite opportuni sensori e azionamenti (come i distributori automatici di DPI)
  • i sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità
  • i dispositivi per l’interazione uomo-macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0.
Iper Ammortamento 2018
Distributore Automatico Orsy Mat

Tutte le macchine citate nell’Allegato A devono avere le seguenti caratteristiche:

  • controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Ccontrol) e/o PLC (Programmable Logic Controller)
  • interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program
  • integrazione con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo
  • interfaccia uomo-macchina semplice e intuitiva
  • rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro

Tutte le macchine citate nell’Allegato A devono essere dotate di almeno due tra le seguenti caratteristiche per renderle assimilabili o integrabili a sistemi cyberfisici:

  • sistemi di tele-manutenzione e/o tele-diagnosi e/o controllo in remoto
  • monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo
  • caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellazione e/o la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo (sistema cyberfisico)

Beni interconnessi

Possono ottenere l’agevolazione dell’iperammortamento anche i cosiddetti beni interconnessi, ovvero i beni in grado di scambiare informazioni con i sistemi interni (ad esempio i sistemi gestionali, di pianificazione, di progettazione  e sviluppo del prodotto, di monitoraggio, di controllo, etc.) e/o esterni (ad esempio clienti, fornitori, partner nella progettazione e sviluppo collaborativo, altri siti di produzione, supply chain, etc.) per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentate, disponibili pubblicamente e internazionalmente riconosciute (TCP-IP, HTTP, MQTT, etc.) e che siano identificati univocamente mediante l’utilizzo di standard di indirizzamento internazionalmente riconosciuti al fine di riconoscere l’origine delle informazioni (ad esempio l’indirizzo IP).

Beni immateriali (Allegato B)

I beni immateriali che usufruiscono dell’agevolazione (elencati dettagliatamente nell’Allegato B della Legge di Bilancio) sono costituiti da software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni connessi a investimenti in beni materiali I 4.0.

Iper Ammortamento 2018

Beni immateriali per l’e-commerce, software e servizi digitali

L’elenco dei beni immateriali per i quali si applica l’agevolazione include anche alcuni sistemi di gestione per l’e-commerce e specifici software e servizi digitali:

  • sistemi di gestione della supply chain finalizzata al drop shipping nell’e-commerce
  • software e servizi digitali per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa, ricostruzioni 3D, realtà aumentata
  • software, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-fabbrica, fabbrica-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field).

    Contattaci

    Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi per l'industria?
    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.

    [honeypot controllocitta-584]

    *campi obbligatori