La gestione dei centri di costo nell’e-Procurement: come monitorare e garantire la profittabilità dell’azienda?

centri di costo

Cosa sono i centri di costo? I centri di costo sono unità contabili dell’azienda che hanno lo scopo di aggregare i costi di ogni reparto o unità organizzativa. Ogni azienda, infatti, può essere ripartita in diverse aree o strutture organizzative che generano costi e che possono quindi essere monitorati e contabilizzati separatamente.

Generalmente i centri di costo vengono classificati in centri di servizi e centri di produzione. I primi non contribuiscono in modo diretto alla produzione, ma al funzionamento del processo produttivo, mentre i secondi partecipano in modo diretto alla produzione e in genere coincidono con i reparti produttivi.

Perché individuare i centri di costo?

Individuare i centri di costo in azienda comporta numerosi vantaggi. Primo su tutti, quello di comprendere in qualsiasi momento quanto effettivamente i costi incidono sulle linee produttive dell’azienda. Diversamente dalla contabilità tradizionale, i centri di costo consentono di disporre di dati certi in base ai quali prendere decisioni strategiche e ottimizzare le prestazioni dell’intero processo produttivo.

Come utilizzare i dati forniti dai centri di costo?

L’analisi dei dati che i centri di costo è particolarmente utile per:

  • stabilire i corretti prezzi di vendita dei prodotti e/o dei servizi
  • garantire la copertura dei costi e la generazione di profitto
  • comprendere quali sono le linee produttive più profittevoli
  • sviluppare e aggiornare correttamente il business plan aziendale
  • sviluppare l’analisi degli scostamenti e spiegare eventuali differenze tra valori previsti e reali
  • disporre di una panoramica generale e immediata sull’andamento economico aziendale.

Come imputare i centri di costo?

Una volta definiti i centri di costo, in base alle specificità dell’azienda, e stabiliti i criteri di ripartizione dei costi indiretti – ossia i costi aziendali che pesano complessivamente sull’azienda, come i costi dell’energia, del marketing, della gestione delle risorse umane, ecc. – è possibile imputare i vari costi ai relativi centri di costo.

Le aziende più strutturate generalmente imputano i centri di costo manualmente all’interno del software gestionale, quelle meno strutturate impiegano solitamente un semplice file Excel o un foglio di calcolo analogo.

Ma come cambia l’imputazione dei centri di costo con l’e-Procurement?

Come gestire i centri di costo con l’e-Procurement?

Uno dei vantaggi dell’e-Procurement, ossia dell’approvvigionamento elettronico, consiste nella possibilità di una gestione dei centri di costo più precisa e veloce, evitando all’Ufficio Acquisti operazioni di controllo e imputazione dei costi manuali, effettuate spesso a posteriori e in modo approssimativo.

Le soluzioni di e-Procurement Würth, ad esempio, offrono ai clienti la possibilità di attribuire i centri di costo direttamente dall’Online-Shop, in fase di elaborazione dell’ordine, assegnando a un determinato centro di costo un singolo articolo o l’intero ordine.

Con questa soluzione, l’Ufficio Acquisti:

  • dispone di una panoramica degli acquisti generati dai vari centri di costo
  • può esportare i dati ottenuti in formato CSV o Excel
  • può imputare a ogni cliente i costi corretti relativi a ciascuna commessa
  • può verificare la redditività della commessa, evitando sforamenti del budget
  • attribuisce i centri di costo digitalmente, evitando errori manuali e perdite di tempo.

Scopri in 2 minuti come gestire i Centri di Costo. Guarda il video!

    Contattaci subito per saperne di più!

    Hai bisogno di maggiori informazioni su questo servizio?
    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.

    [honeypot controllocitta-584]

    *campi obbligatori

    Lascia un Commento