Additionally, paste this code immediately after the opening tag: Skip to main content

Le scorte a magazzino hanno l’importante funzione di far fronte alle discontinuità che possono verificarsi nella produzione. La gestione strategica della Supply Chain deve tuttavia fare i conti con l’ottimizzazione delle scorte a magazzino: ridurre lo spazio occupato e il valore del magazzino stesso è un elemento chiave della produzione snella.

ottimizzazione delle scorte in magazzino

4 domande per valutare la gestione delle scorte in azienda

Le domande che un’azienda dovrebbe porsi in questo senso sono:

  • come affronto le variazioni della domanda?
  • riesco a far fronte alle discontinuità nella produzione in caso di ordini imprevisti?
  • riesco a soddisfare ordini in quantitativi fuori standard?
  • i miei fornitori sono flessibili? Hanno tempi di reazione adeguati?

I tempi di produzione o di approvvigionamento possono subire alterazioni per svariate cause. Ne consegue che scorte non adeguate possono creare pericolosi fermi di produzione, ritardi nelle consegne e disagi per il cliente finale.

Una gestione ottimale delle scorte è fondamentale per affrontare le fluttuazioni del mercato, allineando la produzione interna alla variabilità della domanda. Tuttavia le scorte rappresentano un capitale che non ha ancora prodotto un guadagno.

L’obiettivo è quindi di ridurre le scorte, specialmente di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, al fine di minimizzare il capitale immobilizzato e di ridurre lo spazio di stoccaggio.

Come calcolare in modo corretto la scorta di sicurezza?

Würth è in grado di valutare insieme al cliente la scorta di sicurezza necessaria a garantire il regolare svolgimento dei processi di produzione e vendita.

Per calcolare in modo corretto la scorta di sicurezza bisogna partire dallo storico di 12 mesi (anno solare) e/o considerare, nei casi in cui il dato è disponibile, l’ultimo semestre o trimestre. Essa è in funzione del consumo medio mensile e dei tempi necessari per il riordino.

ottimizzazione scorte in magazzino

Un esempio
Un prodotto ha un consumo medio mensile di 30.000 pezzi. L’articolo viene consegnato mediamente in 5 giorni lavorativi. La scorta di sicurezza corrisponde a: 30.000 pezzi/30 gg * 5 gg = 5.000 pezzi.

È evidente che minore sarà il tempo di riordino della merce, minore sarà la quota della scorta di sicurezza.

Inoltre, è necessario aggiornare periodicamente il valore della scorta di sicurezza, in modo da renderla coerente ai bisogni della produzione e quindi alla domanda finale.

Come ottimizzare le scorte a magazzino?

L’ottimizzazione delle scorte è di fondamentale importanza. Oltre a evitare inutili sprechi – sia in termini di capitale immobilizzato sia di spazio di stoccaggio – una gestione ottimale consente di garantire continuità alla produzione, anche in caso di oscillazione del fabbisogno. I nostri consigli sono:

▷ Approvvigionarsi da un unico fornitore o da pochissimi fornitori qualificati
Per definire sia i vincoli di fornitura sia le informazioni che è necessario scambiarsi

▷ Adottare tecnologie adeguate di controllo costante degli stock
Elaborando e monitorando KPI quali: indici di rotazione, indici di durata e rotture di stock

▷ Implementare modelli scientifici di ripristino delle scorte in base ai consumi effettivi
Scegliendo tra sistemi di riordino basati sull’analisi di una domanda indipendente (Wilson e varianti) o dipendente (MRP)

▷ Responsabilizzare il fornitore nella gestione delle scorte
Attraverso l’adozione di sistemi più o meno evoluti di Consignment Stock

Würth offre ai propri clienti soluzioni logistiche intelligenti e di e-Procurement che consento di gestire in modo ottimale le scorte a magazzino.

Scopri come IMESA S.p.A ha ottimizzato la Supply Chain >


    Hai bisogno di maggiori informazioni su questo servizio?

    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.