Il fascino della sigillatura: cosa puoi fare con i siliconi e sigillanti professionali?

Cerchi il prodotto giusto per sigillare fori, fessure e giunti o anche aperture di una certa grandezza ma non sai cosa usare per ottenere il miglior risultato? Ecco come funzionano i sigillanti, come vengono utilizzati e quali sono i più adatti per determinati scopi.

Definizione di sigillante: scegliere silicone e sigillante professionale

I sigillanti sono materiali utilizzati per sigillare fori, fessure, giunti o aperture soggetti in pratica a determinati movimenti. Di solito sono prodotti pastosi che hanno la proprietà di aderire alle pareti del substrato mantenendo la loro struttura flessibile. Nell’edilizia i sigillanti sono materiali che sigillano contro l’aria, l’acqua, lo sporco, la polvere, il fumo e altre sostanze con influenze corrosive.

I sigillanti possono essere classificati secondo molti criteri, ad esempio secondo il processo chimico di base o il comportamento meccanico che hanno. In quest’ultimo caso si fa la distinzione tra “elastico” e “plastico”:

  • Gli elastomeri, tra cui il silicone, il polimero MS e il poliuretano, sono chimicamente reattivi. Ciò significa che cambiano forma non appena vengono spruzzati, in quanto le loro molecole vengono scisse dal contatto con l’umidità dell’aria. La velocità di reazione dipende dalla temperatura e dal livello di umidità dell’aria.
  • plastomeri, tra cui l’acrilico, sono fisicamente reattivi. Ciò significa che cambiano forma solo per la perdita di determinati componenti (acqua o solvente) dopo il raffreddamento o dopo la fusione.

Campi di impiego del sigillante professionale

I sigillanti non vengono tuttavia utilizzati solo per la sigillatura. I loro campi di impiego sono molteplici. Vengono utilizzati, ad esempio, per resistere in modo durevole alle sollecitazioni meccaniche, alle deformazioni dei materiali e alle influenze esterne.

Quali sono i principali campi di applicazione del silicone in una casa?

In breve

Ecco una panoramica veloce degli elementi che possono essere sigillati con il silicone o sigillante:

  • infissi
  • stipiti delle porte
  • buchi, fessure, crepe nelle fondamenta della tua casa
  • rivestimenti
  • tegole
  • lavandini
  • bagni
  • controsoffitti
  • vasche da bagno e docce
  • modanature a soffitto
  • finiture

Come usare al meglio un sigllante siliconico e non

Ecco quali sono i passaggi base e i trucchi per ottenere risultati soddisfacenti per applicare il silicone.

Pulire la superficie

La superficie deve essere pulita, asciutta, portante e priva di polvere. Tutti i possibili residui di grasso, acqua o olio ecc. devono essere rimossi prima di applicare il sigillante, ad esempio mediante un detergente.

Evitare l’adesione in tre punti

Durante l’applicazione, il sigillante può aderire solo su due lati. Ogni altra adesione a una superficie può causare crepe in caso di spostamento. La sigillatura non è più garantita, per cui si raccomanda di inserire nel giunto un materiale di riempimento in PE per evitare l’adesione su tre lati.

Dimensionamento dei giunti

La larghezza del giunto deve essere circa il doppio della sua profondità. La profondità di un giunto stretto deve essere di almeno 6 mm. Qui sarebbe vantaggioso utilizzare un materiale di riempimento in PE per limitare la profondità dei giunti.

Primer

Su determinate superfici si deve applicare un primer per ottenere un’adesione sicura del sigillante.

Uso di agenti liscianti

La bagnatura con un agente lisciante per sigillanti e la successiva lisciatura consentono di ottenere una perfetta superficie e una completa bagnatura del materiale. È importante scegliere l’agente lisciante giusto per evitare lo scolorimento del sigillante.

Compatibilità con vernici e stucchi

I sigillanti compatibili sono i materiali che offrono una buona adesione e compatibilità su superfici verniciate o rivestite e che possono essere verniciati per oltre 1 mm sui bordi. Lo stucco deve essere completamente indurito per ottenere una buona adesione e compatibilità del sigillante.

Realizzabilità

I sigillanti realizzabili sono i sigillanti che possono essere verniciati o rivestiti. Il sigillante deve essere completamente indurito prima di poter essere verniciato. I giunti di dilatazione non vengono mai verniciati, in quanto la vernice e il sigillante possono screpolarsi. Di conseguenza si presenterebbe un problema di sigillatura.

Sigillante acrilico o silicone: quando è più adatto l’uno o l’altro?

L’acrilico è:

  • facilmente verniciabile quindi viene utilizzato per le superfici che vanno verniciate
  • adatto per sigillare crepe in una muratura
  • viene utilizzato soprattutto nella realizzazione di interni.

Il silicone è:

  • più elastico, adatto in tutti i casi in cui l’oggetto si muova o sia sottoposto a un lavoro, come finestre e porte
  • è idrorepellente e parzialmente anti-fungino ed è quindi più adatto all’uso in zone umide come bagni o cucine, per pervenire l’infestazione da funghi e muffe
  • non può essere verniciato, ma è disponibile in diversi colori, in modo da adattarsi perfettamente all’ambiente in cui viene utilizzato
  • Si pulisce e smacchia facilmente.

    Contattaci

    Hai bisogno di maggiori informazioni sui prodotti?
    Compila il form per essere ricontattato a breve da un referente Würth.

     

    [honeypot controllocitta-584]

    *campi obbligatori