Legge di Bilancio 2022: cosa prevede la Nuova Finanziaria (L. 234 del 30/12/2021)

La Nuova Finanaziaria (L. 234 del 30/12/2021) è la nuova legge di Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024. Entrata in vigore il primo di gennaio, ad eccezione delle disposizioni di cui ai commi 10, 649, 650, 651, 652, 653, 654, 655, 656, 727 e 728 dell’art. 1, già in vigore dal 31 dicembre 2021. Scopriamola insieme!

System Consulting è una società di consulenza specializzata nel campo della Finanza agevolata nata dalla sinergia di professionisti in ambito finanziario che negli anni ha sviluppato una grande esperienza a supporto dell’imprenditoria, con l’obiettivo di assistere le imprese nell’avvio e nello sviluppo dei propri progetti innovativi.

Quali sono i cambiamenti della Nuova Legge di Bilancio per i prossimi anni?

Prorogata e modificata la disciplina del credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative.

Prorogato e rimodulato anche il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi 4.0

Prorogati al 2026 i finanziamenti a tasso agevolato (con 1,5 miliardi all’anno) e il fondo perduto (con 150 milioni all’anno) dei bandi SIMEST per l’internazionalizzazione.

Viene rifinanziata la “Nuova Sabatini” per 240.000.000 euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023, 120 milioni per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026 e 60.000.0000 per l’anno 2027. Inoltre, è reintrodotta la regola per cui il contributo sia erogato “in più quote”. In caso di finanziamento di importo non superiore a 200.000 euro, il contributo “può” essere erogato in un’unica soluzione nei limiti delle risorse disponibili.

Vengono introdotte importanti modifiche alla disciplina del patent box. Viene profondamente modificato il cosiddetto Patent Box che ora incentiva con una maggiorazione del 110% le spese sostenute in riferimento a privative industriali (Brevetti, Disegni, Modelli, Software registrati). Il beneficio si traduce in un risparmio fiscale del 30,7% sulle spese di ricerca e sviluppo.

Agevolazioni 2022

  • Ricerca e Sviluppo: Credito di imposta al 20% con un beneficio massimo di 4 milioni di euro;
  • Innovazione tecnologica e Design: Credito di imposta al 10% con beneficio massimo di 2 milioni di euro;
  • Innovazione tecnologica finalizzata a industria 4.0: Credito di imposta al 15% con un beneficio massimo di 2 milioni di euro.

Agevolazioni 2023-2024-2025

  • Ricerca e Sviluppo: Credito di imposta al 10% con un beneficio massimo di 5 milioni di euro;
  • Innovazione tecnologica e Design: Credito di imposta al 5% con beneficio massimo di 2 milioni di euro;
  • Innovazione tecnologica finalizzata a industria 4.0: Credito di imposta al 10% con un beneficio massimo di 4 milioni di euro.

AGEVOLAZIONE 2026-2027-2028-2029-2030-2031

Ricerca e Sviluppo: Credito di imposta al 10% con un beneficio massimo di 5 milioni di euro;

  • Vengono introdotte delle modifiche alla disciplina del patent box, elevando dal 90 al 110% la maggiorazione fiscale dei costi di ricerca e sviluppo sostenuti in relazione a beni immateriali giuridicamente tutelabili; le modifiche restringono il novero dei beni agevolabili;
  • Viene prorogato e rimodulato il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi 4.0 (art. 1, co. 44), per gli investimenti in beni materiali strumentali 4.0 (indicati nell’Allegato A alla l. n. 232/2016) effettuati dalle imprese a decorrere dal 1° gennaio 2023 e fino al 31 dicembre 2025.
  • Viene rifinanziata la “Nuova Sabatini” per 240.000.000 euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023, 120 milioni per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026 e 60.000.0000 per l’anno 2027. Inoltre, è reintrodotta la regola per cui il contributo sia erogato “in più quote”. In caso di finanziamento di importo non superiore a 200.000 euro, il contributo “può” essere erogato in un’unica soluzione nei limiti delle risorse disponibili.

PASSIONE • ESPERIENZA • PROFESSIONALITÀ sono le tre parole chiave che contraddistinguono l’approccio di System Consulting verso il cliente. Non ci sono limiti per proporre strumenti agevolativi e una consulenza mirata a 360° in linea con le aspettative aziendali.

Con il Percorso Dinamico di Sviluppo si crea un progetto studiato specificamente per accompagnare l’azienda nei suoi progetti di sviluppo.