Pillole di Sicurezza – Coordinamento della sicurezza dei cantieri (D.lgs. 9 aprile 2008, n.81)

Il tema della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro è sempre più importante per le aziende, ma la cosa fondamentale è come mettere in pratica politiche rivolte al benessere lavorativo dei propri dipendenti in maniera corretta.

Tra i vantaggi dell’adozione di un sistema di gestione ci sono:

  • la tutela di tutte le figure coinvolte nella gestione della sicurezza (dal Dirigente ai lavoratori)
  • il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza dei lavoratori
  • l’aumento dell’efficienza e delle prestazioni attraverso la rivisitazione dei processi produttivi e delle dinamiche organizzative
  • la riduzione degli incidenti, infortuni e malattie professionali e dei relativi costi

A cura di Irene SartoriTecnico Senior e responsabile di commessa presso Contec AQS – Ambiente Qualità e Sicurezza | Gruppo Contec, la società che fornisce  consulenza, formazione, assunzione diretta di ruoli normati e gestione esternalizzata di processi in tema qualità, sicurezza e ambiente

Contec AQS
Contec Gruppo - Logo

Scopriamo quali sono i punti principali per coordinare correttamente un cantiere dal punto di vista della sicurezza e quali attività sono obbligatorie secondo D.lgs. 9 aprile 2008, n.81. Approfondiamo quali sono le figure coinvolte nella alla gestione della sicurezza in cantiere e quali incarichi svolgono.

Inoltre, scopriremo quali caratteristiche e necessità ha un cantiere all’interno di un sito produttivo ha a livello di sicurezza.

Cantieri nel settore produttivo: l’impatto di un cantiere all’interno di un sito produttivo, configurazione di un intervento (titolo I e Titolo IV) e obblighi dei soggetti coinvolti

Ci soffermiamo sui principali soggetti coinvolti nella gestione della sicurezza in un cantiere, soggetti previsti dal testo unico della sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/08). Si tratta dei ruoli di: RL, CSP, CSE – figure che hanno degli obblighi e responsabilità normative fin dalle fasi iniziali dell’intervento. Molto spesso ci viene chiesto, quando, da un punto di vista della sicurezza, un’attività dev’essere obbligatoriamente gestita in regime di cantiere. Ecco perché riteniamo importante affiancare la committenza per chiarire se la tipologia d’intervento rientra in una gestione in Titolo IV ovvero attività di cantiere.

Lo scopo è di gestire tutte le possibili interferenze che si possono creare all’interno di un cantiere e garantire la sicurezza dei lavoratori nel luogo dell’intervento attraverso l’applicazione della normativa vigente.

Cantiere produttivo: quali sono i soggetti coinvolti nella gestione della sicurezza in un cantiere temporaneo e mobile?

Un ruolo fondamentale per garantire la corretta gestione dell’intervento è ricoperto dal Responsabile dei Lavori, soggetto incaricato dal committente già nelle fasi iniziali. Dopo un’attenta analisi della tipologia d’intervento e del numero di imprese coinvolte, tra gli obblighi principali del RL, rientra la nomina del Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione e in fase di Esecuzione: affiancando poi gli stessi durante il corso dell’opera.

Altro ruolo importante è quello di verificare e accertare l’idoneità tecnico-professionale delle imprese appaltatrici coinvolte. Quando l’attività prevede la presenza di più imprese anche non contemporanee, entrano in gioco le figure del CSP e del CSE. Per essere efficace, la sicurezza dev’essere pianificata in modo preventivo e il CSP ha il compito di collaborare con il Progettista dell’intervento al fine di definire in modo preventivo, le prescrizioni di sicurezza da rispettare nella fase di realizzazione dei lavori.

Il CSP svilupperà in un documento ben preciso definito Piano della Sicurezza e Coordinamento (PSC), la gestione delle interferenze e la valutazione dei rischi. Il ruolo di CSE è fondamentale per la verifica, il controllo e il coordinamento delle imprese esecutrici al fine di prevedere e gestire potenziali interferenze, vigilando quindi il rispetto delle misure di sicurezza nei luoghi di lavoro. Per ottenere un risultato efficace, riteniamo importante innanzitutto instaurare un rapporto di fiducia con le imprese coinvolte, con il suggerimento di pianificare sopralluoghi periodici e programmare specifiche riunioni per il coordinamento delle attività al fine che le stesse vengano svolte in sicurezza.

Cantiere produttivo: quando un intervento viene gestito in regime di cantiere?

Quando parliamo di cantieri, ci riferiamo principalmente a interventi significativi che necessitano, da un punto di vista normativo, di una gestione della sicurezza puntuale e regolata dal Testo Unico sulla Sicurezza D.Lgs .n.81/08. Ad oggi è necessario far riferimento a quanto riportato all’interno dall’Allegato che cita in modo sintetico che “tutti gli interventi edili o di ingegneria civile devono essere gestiti in regime di cantiere, quindi riferiti al Titolo IV del D.Lgs. n.81/08”. Le attività di cantiere possono quindi essere gestite in molti settori come: quello delle infrastrutture, del restauro, direzionale/reale estate, nel settore degli eventi, retail e nel settore Produttivo.

Come un intervento viene gestito in regime di cantiere all’interno di un sito produttivo?

I cantieri nei siti produttivi hanno delle caratteristiche ben precise che possiamo sintetizzare in:

  • analisi della gestione della sicurezza, non solo in ciò che avviene all’interno del cantiere, ma anche fuori dal cantiere. Si pensi ad esempio alla corretta individuazione dei percorsi carrai e pedonali per raggiungere l’area d’intervento, all’analisi di possibili interferenze con le normali manutenzioni del sito, alla presenza del personale del committente e in alcuni casi alla possibilità di più cantieri all’interno dello stesso sito produttivo
  • il rispetto delle procedure di stabilimento come per esempio la gestione delle emergenze, le procedure di ingresso in stabilimento, funzionamento impianti o linee produttive
  • l’attenzione del cantiere verso il processo produttivo dell’azienda committente, si pensi ad esempio nel settore alimentare o farmaceutico, l’importanza di contenere le polveri del cantiere al fine di non contaminare il prodotto del committente

In collaborazione con il Gruppo Contec nasce il progetto “Pillole di Sicurezza”, la serie di mini video dedicata alla divulgazione di tematiche di sicurezza sul lavoro.

GRUPPO CONTEC – SERVIZI INGEGNERISTICI PER LE AZIENDE
Il Gruppo Contec aiuta le organizzazioni a realizzare progetti e gestire gli investimenti negli ambiti ingegneria e progettazione civile ed industriale. Fornisce soluzioni innovative e integrate per consentire ai propri partner di concentrarsi sul proprio business.

Contec Gruppo - Logo

Lascia un Commento