Storia

Storia Würth Italia

“Ad ogni Cliente la sua Würth”: è questo il grande impegno assunto dall’azienda per soddisfare le richieste di ciascun cliente, con qualità e specializzazione fin dal lontano 1945 quando viene fondata la Adolf Würth GmbH & Co. KG con sede a Künzelsau nel Baden Württemberg da Adolf Würth. La storia del Gruppo però coincide con la vita professionale del Prof. Dr. h. c. mult. Reinhold Würth, figlio di Adolf, ora Presidente del Consiglio di Supervisione che trasformò la ferramenta del padre nel Gruppo multinazionale che è oggi.

Reinhold Würth nasce nel 1935 e già all’età di 14 anni inizia a collaborare come apprendista nella ferramenta di famiglia gestita dal padre Adolf. Nel 1954 Adolf Würth muore ed il testimone dell’azienda passa nelle mani dell’allora diciannovenne figlio Reinhold, che rileva la direzione dell’azienda. Passione, determinazione e capacità imprenditoriali hanno guidato Reinhold Würth a tessere il suo progetto, con sorprendenti risultati ottenuti sin dal principio della sua attività. Nel secondo dopoguerra l’azienda si estende allargando il proprio raggio d’azione a tutta la Germania, grazie anche al boom economico legato alla ricostruzione post bellica.

La storia di Würth Italia inizia però il 26 febbraio del 1963 quando Reinhold Würth, Anton Seebacher (primo Amministratore Delegato) e Onorino Soccol organizzano a Terlano (un paese alle porte di Bolzano) la prima sede legale ed operativa. Nel 2002 la sede si trasferisce ad Egna, dove dal 1977 era già presente un Centro Logistico ed Amministrativo.

Nell’arco della storia aziendale, Würth in Italia ha avuto tre amministratori delegati che dal 1963 si sono succeduti al vertice dell’azienda: Anton Seebacher (dal 1963 al 1998), Helmut Gschnell (dal 1998 al 2008) e Nicola Piazza, l’attuale Amministratore Delegato Würth Italia.

Ora il Gruppo Würth è presente in 84 paesi con più di 400 Aziende.

Würth nel mondo