Come bloccare o sigillare viti, dadi e boccole? Usa il frenafiletti Würth

Frenafiletti

Il frenafiletti serve per bloccare e sigillare viti, dadi, prigionieri e boccole filettate. La tenuta sarà come quella di un fissaggio meccanico e applicarlo è semplicissimo: ti basta solo una mano, grazie all’innovativo sistema di fissaggio Würth!

Quante volte ti è capitato di dover sigillare e bloccare viti, prigionieri, dadi, boccole filettate e tappi a vite? E di voler evitare l’allentamento in seguito a urti o vibrazioni? Il Frenafiletti Würth è la soluzione più pratica e rapida per le tue esigenze!

Applicato allo stato liquido direttamente sulla parte da sigillare, il prodotto indurisce dopo il montaggio, assumendo consistenza plastico-elastica tenace. Penetra  negli interstizi proteggendo al meglio le parti interessate da corrosione per attrito e ruggine, sigillandole a tenuta.

Inoltre, grazie all’innovativo sistema di dosaggio Würth, la sua applicazione è semplicissima. Ti mostriamo come fare in 3 semplici mosse!

Come usare il frenafiletti: applicazione in 3 rapidi passaggi

Grazie all’erogatore Würth non correrai più il rischio di sprecare il Frenafiletti, evitando fastidiose colature. Il prodotto, una volta scelta la tipologia di resistenza che fa al tuo caso (media o alta) si applica sulla superficie da trattare. Meglio se quest’ultima è accuratamente pulita e sgrassata. Più nello specifico e per un miglior risultato, ti consigliamo di stendere metà del sigillante sul filetto maschio e metà sul filetto femmina, poi di assemblare.

Bastano 3 semplici mosse per applicare correttamente il Frenafiletti: le abbiamo riportate proprio qui di seguito, con qualche consiglio per un risultato davvero perfetto!

Come usare il frenafiletti
Fase 1. Inoltre, richiudendo il tappo, uno speciale stantuffo ripulisce il condotto da eventuali residui.
Come usare il frenafiletti
Fase 2. Ti ricordiamo che più la superficie risulta pulita, migliore e sicuro sarà l’incollaggio.
Come usare il frenafiletti
Fase 3. La velocità di indurimento è influenzata dall’azione catalitica del metallo e dal gioco diametrale tra le parti. In altre parole, dipende dal tipo di metallo sui cui è stato applicato il Frenafiletti e dall’ampiezza dell’apertura.

Se quindi devi calcolare con precisione i temi di indurimento del Frenafiletti,  ricorda sempre questa semplice regola:


Più il materiale è “passivo” e più larga è l’apertura, allora più lento è il processo di indurimento


Nello specifico: ecco quali sono i materiali “passivi”:

  • nichel;
  • zinco;
  • stagno;
  • metalli preziosi;
  • alluminio con un contenuto minimo di rame e/o manganese;
  • acciaio altolegato;
  • rivestimenti ossidati o cromati;
  • plastica;
  • vetro e ceramica.

Al contrario, i materiali che vengono considerati “attivi” sono:

  • acciaio;
  • ottone;
  • bronzo;
  • rame;
  • alluminio con contenuto di rame superiore all’1%.

Un’erogazione davvero perfetta: mai più sprechi quando usi il Frenafiletti!

A volte l’applicazione di materiale liquido può essere problematica per via di sbavature e di colature; e capita spesso che una parte del materiale rimanga, inutilizzata, all’interno del contenitore.

Con il Franafiletti Würth e il suo specifico ugello erogatore non accadrà più! Grazie al Sistema Dos può essere usato semplicemente con una mano. Così l’erogazione può essere regolata per soddisfare al meglio le varie applicazioni, e per mantenere al minimo i consumi e i costi.

Inoltre, il sistema di chiusura autopulente impedisce intasamenti del dosatore e non ci sarà più nessun residuo di materiale nel canale di erogazione. Similmente, il flacone a soffietto per materiali ad elevata viscosità ottimizza gli usi grazie al completo svuotamento del flacone, senza lasciare residui di prodotto all’interno.

Infine, vista l’assenza di siliconi, il Frenafiletti può essere utilizzato senza alcuna esitazione nell’industria automobilistica!

Franafiletti a alta e media resistenza

Frenafiletti a media resistenza o ad alta resistenza? Ecco quale scegliere

La scelta tra un Frenafiletti a media resistenza e uno ad alta resistenza dipende esclusivamente delle tue esigenze. Il prodotto, infatti, presenta alcune caratteristiche diverse, che riassumiamo per te proprio qui di seguito. Se ti servono entrambi, non avere paura di confonderli: si distinguono semplicemente e intuitivamente in base al loro colore: il Frenafiletti ad alta resistenza è verde; quello a media è blu.

Frenafiletti alta e media resistenza

Infine, ti ricordiamo che il Frenafiletti è certificato NSF/ANSI 61. La marcatura si riferisce alla certificazione di sistemi e componenti impiegati nella fornitura di acqua potabile. Questo standard è sufficiente per attestare la piena rispondenza ai requisiti statunitensi per l’acqua potabile

In altre parole lo Standard NSF/ANSI 61 definisce i requisiti minimi per le sostanze contaminanti e le impurità che possono essere cedute indirettamente all’acqua potabile da prodotti ,componenti e materiali utilizzati nei sistemi di adduzione dell’acqua potabile.

Summary
product image
Author Rating
1star1star1star1star1star
Aggregate Rating
5 based on 3 votes
Brand Name
Würth
Product Name
Frenafiletti

Potrebbe interessarti anche questo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *